Modalità di intervento in situazioni di panico e scene del crimine

L’obiettivo della formazione è quello di apprendere le  tecniche  e la strategia  di intervento da seguire sulla scena del crimine, così da adottare  la corretta metodologia di approccio alla scena del crimine, potenziando la capacità di analisi critica operativa in eventi a rischio.

Descrizione

Modalità di intervento in situazioni di panico e scene del crimine

 

Tipologia di formazione: Iniziale/Periodica

 

Metodologia didattica: Lezione frontale e project-work di gruppo, simulazioni personalizzate sulle esigenze dei partecipanti, case study.

 

Durata: 16 ore

 

Destinatari: Appartenenti alle forze dell’Ordine e alle forze armate, guardie giurate, addetti alla sicurezza, investigatori privati, soggetti impegnati nelle attività di sicurezza e controllo.

 

Obiettivi della formazione:
L’obiettivo della formazione è quello di apprendere le  tecniche  e la strategia  di intervento da seguire sulla scena del crimine, così da adottare  la corretta metodologia di approccio alla scena del crimine, potenziando la capacità di analisi critica operativa in eventi a rischio.

 

Contenuti della formazione:
  • Caso di emergenza e stato di crisi;
  • La negoziazione in situazioni di crisi;
  • Le  tracce sulla scena del crimine e le tecniche della scientifica;
  • Metodologia operativa di approccio in sicurezza alla scena;
  • La gestione efficace  della scena del crimine;
  • Indagini sulla scena del crimine;
  • Tecniche di indagine scientifica sulla scena del crimine;
  • Il profilo del criminale;
  • Fenomeni psicologici nei contesti di crisi;
  • Metodologie e tecniche e per proteggere se stessi e aiutare le vittime;
  • Definizione di emergenza;
  • Percezione dei rischi e processi decisionali;
  • Emozioni come nodo centrale;
  • Stress e situazioni di emergenza.

 

Prova finale:
Test finale di apprendimento. La formazione sarà considerata completata con successo solo se la percentuale di errori non superi il 20%.