Direttore tecnico dei servizi di sicurezza sussidiaria nell’ambito dei Trasporti Terrestri in Concessione

I principali obiettivi sono il raggiungimento di una conoscenza tecnica in materia di sicurezza dei trasporti terrestri in concessione.

Descrizione

Direttore tecnico dei servizi di sicurezza sussidiaria nell’ambito dei  Trasporti Terrestri in Concessione

 

Tipologia di formazione: Iniziale

 

Metodologia didattica: Formazione teorica, pratica e CBT

 

Durata: 40 ore

 

Destinatari: Direttori tecnici delle società che effettuano servizi di sicurezza sussidiaria in ambito dei  Trasporti Terrestri in Concessione

 

Obiettivi della formazione:
I principali obiettivi sono il raggiungimento di una conoscenza tecnica in materia di sicurezza dei trasporti terrestri in concessione,  della padronanza di tecniche di screening, comprese le tecniche di ispezione manuale, la capacità di utilizzare le apparecchiature radiogene e gli apparati per la rilevazione di metalli e/o esplosivi al fine di riconoscere e identificare oggetti sospetti e proibiti ed adottare le azioni appropriate.

 

Contenuti della formazione:
  • La polizia di prevenzione e la polizia giudiziaria;
  • Responsabilità  e  tutele  delle  guardie  particolari  giurate  addette  ai  controlli sicurezza;
  • Conoscenza dei soggetti cui spetta l’espletamento del servizi di polizia stradale e delle relative funzioni;
  • Cenni sulle principali norme di comportamento del C.d.S., con particolare riferimento alla guida di un autobus;
  • Conoscenza teorica dell’organizzazione dei servizi pubblici di trasporto di interesse nazionale: Competenze dello Stato e  Competenze delle Regioni;
  • Conoscenza delle sanzioni previste dalla disciplina generale del trasporto di linea di persone;
  • Conoscenza delle finalità della carta dei servizi pubblici del settore dei trasporti:La carta della mobilità (DPCM del 30.12.1998);
  • Procedure d’ispezione all’interno del veicolo – Limiti dell’ispezione all’interno del veicolo;
  • Gestione delle informazioni nei casi d’emergenza;
  • Casistica dei principali comportamenti all’interno dei veicoli che pongono a rischio la sicurezza dei trasporti terrestri;
  • Tecniche di individuazione di oggetti sospetti e di merci pericolose;
  • Tecniche di individuazione degli ordigni esplosivi e degli ordigni incendiari;
  • Tecniche ricorrenti di occultamento delle armi e dei congegni esplosivi all’interno dei bagagli e sulle persone e all’interno delle spedizioni postali, dei colli di provviste di bordo e delle spedizioni di merci;
  • Tecniche di identificazione dei vari tipi di armi da fuoco, delle sue componenti e dei vari tipi di munizioni;
  • tecniche di identificazione delle caratteristiche dei vari tipi di esplosivi, di materiale incendiario e di detonatori
  • Le apparecchiature X-ray, EDS, PEDS, EDDS;
  • Esecuzione dei Test prescritti dall’Allegato C al D.M. 29 gennaio 1999;
  • Conoscenza teorica nonché formazione pratica sui diversi tipi di apparecchiature mediante l’utilizzo di bagagli in cui sono stati introdotti, oltre ai normali articoli da viaggio, anche delle armi da fuoco o parti di esse, esplosivi e articoli e merci pericolose e su persone con indosso coltelli, armi giocattolo e altri oggetti pericolosi;
  • Le apparecchiature per la rilevazione dei metalli (MDE);
  • Le apparecchiature per la rilevazione delle tracce di esplosivo (ETD) e dei vari tipi di munizioni;
  • Le apparecchiature per la rilevazione dei liquidi esplosivi (LED);
  • Esecuzione dei Test prescritti dall’Allegato C al D.M. 29 gennaio 1999.

 

Prova finale:
Al completamento della formazione iniziale è prevista una prova teorica ed un pratica. La formazione sarà considerata completata con successo solo al superamento di entrambe le prove valutative con una percentuale di errori non superiore al 20% per singola prova.